Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Fai L’omino Michelin? All’inizio del Novecento metteva paura!
formats

L’omino Michelin? All’inizio del Novecento metteva paura!

Pubblicato il 27/01/2014 in Fai, Guardi

Tutti noi associamo il famoso omino Michelin, storica mascotte della nota casa francese produttrice di pneumatici, all’immagine rassicurante di un gigante buono. L’omino bianco composto interamente da camere d’aria di pneumatici, è diventato l’idolo di molti bambini anche per quella sua espressione “bonacciona” che appare in tutte le pubblicità.
Ma forse non tutti sanno che quando è nato, nel lontano 1894, l’omino Bibendum (questo era il suo nome) era molto inquietante: di grandi dimensioni, gran bevitore, fumatore di sigari e con un aspetto che sembrava uscito ha un film horror di serie B. Guardate questa vecchia foto. Non fa un po’ paura?

Vecchio omino Michelin

Non a caso il suo nome “Bibendum”, viene da un verso del poeta latino Orazio: “nunc est bibendum” ovvero “ora bisogna bere”, inteso in un senso meno letterale come “ora bisogna superare l’ostacolo”. E così Edouard Michelin, uno dei fondatori dell’azienda, lo fece rappresentare graficamente (dopo aver visto una pila di pneumatici che gli ricordavano un uomo senza braccia e senza gambe) dall’artista Marius Rossillon, noto come O’Galop.
Ma nel manifesto del 1898 uscì fuori di uomo-mummia con un calice in mano che brinda citando Orazio con al suo fianco due uomini dall’aspetto davvero inquietante!

Omino Michelin: manifesto 1898

Negli anni seguenti seguirono altre immagini pubblicitarie piuttosto cupe dell’omino.
Nel 1904 una cartolina mostra un carro trainato da cavalli dove sono collocati due omini Michelin giganti fatti di pneumatici. Accadde per le strade di Houston in Texas, l’omino allora aveva solo 6 anni e continuava a essere una presenza piuttosto spaventosa!

Omino Michelin: cartolina 1904

Un’altra cartolina pubblicitaria dei primi del Novecento immortala l’omino accanto a un veicolo che ha bisogno del suo aiuto. Ma l’omino è sempre bruttino…

Omino Michelin: cartolina primo Novecento

Su un manifesto del 1912 “Bibendum” è raffigurato rivestito di chiodi mentre fuma un grande sigaro.

Omino Michelin: manifesto 1912

Fortunatamente, col passare degli anni, l’omino ha perso il suo aspetto inquietante e vizi come alcool e fumo diventando anche un po’ più atletico. In anni recenti è diventato un omino bianco candido e dall’espressione dolce e rassicurante. Ahhh, che sospiro di sollievo!

Nuovo omino Michelin

Guardatelo nella campagna del 2010, come è diventato atletico e scattante, pronto a intervenire in soccorso degli automobilisti ai quali lancia pneumatici nuovi sfilandoseli dal corpo!
Eh già, il marketing ha fatto passi da gigante, che trasformazione caro omino!

omino Michelin campagna 2010

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn