Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Fai Come addormentarsi in due minuti: il metodo dei soldati americani
formats

Come addormentarsi in due minuti: il metodo dei soldati americani

Pubblicato il 25/09/2018 in Fai, News

Mentre alcune persone riescono ad addormentarsi pochi istanti dopo aver appoggiato la testa sul cuscino ne esistono tante altre che continuano a girarsi e rigirarsi nel letto tutta la notte senza riuscire a prendere sonno.
Se sei una di quelle persone che sono abituate a rimanere sveglie durante la notte con il cervello che continua a viaggiare a centinaia di chilometri orari impedendoti di avere un sonno dolce e ristoratore ci sono delle buone notizie per te.

Recentemente è stata rivelata una tecnica militare segreta che dovrebbe aiutare chiunque ad addormentarsi in soli due minuti.
Il trucco è utilizzato dall’esercito statunitense con lo scopo di aiutare i soldati ad addormentarsi in situazioni estreme, come sui campi di battaglia, per fare in modo che non commettano errori a causa della stanchezza.

Questa tecnica è rimasta ‘dormiente’ (è proprio il caso di dirlo) per anni, ed è ritornata in voga grazie alla rete che ha rispolverato, sul sito Joe.co.uk, il libro “Relax and Win: Championship Performance”, pubblicato per la prima volta nel 1981, che la descrive passo passo.

Ma entriamo nel dettaglio e scopriamo come addormentarsi in due minuti in pochi semplici passaggi.

La prima cosa da fare, una volta che ci si è distesi sul nostro letto, è iniziare a rilassare tutti i muscoli del viso, compresi quelli intorno agli occhi, la mascella e la lingua.
Il secondo passo consiste nello spingere le spalle più in basso possibile, seguite dalle braccia, prima una e poi l’altra.

Ora iniziate ad espirare profondamente e rilassate il vostro petto. Lo scopo è buttare fuori dal nostro corpo tutto lo stress accumulato durante la giornata. L’ultimo step ‘fisico’ si concentra sulle gambe: bisogna cercare di rilassarle iniziando dalle cosce.

Ora che abbiamo ‘sistemato’ il nostro corpo dobbiamo passare alla fase più importante: destressare la mente.
La prima cosa da fare è spendere 10 secondi per svuotare da ogni pensiero il nostro cervello per poi spostare il nostro pensiero su una di queste fantasie: immaginate di essere distesi su di una canoa in mezzo ad un lago sotto ad un cielo sereno senza una nuvola o di essere su un’amaca di colore nero dentro una stanza buia.
Se vi accorgete che il vostro pensiero si sta spostando verso altro ripetete dentro di voi per una decina di secondi la frase ‘non pensare, non pensare’.

La tecnica sembra funzionare per ben il 96% di chi ha provato il metodo per almeno un mese e mezzo. A questo punto se non vi siete addormentati leggendo il nostro articolo, e ci dovreste aver messo comunque meno di due minuti, non vi resta che sperimentare il metodo dei soldati americani.
Provare per credere.

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn