Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Fai Sculture di banane… da mangiare!
formats

Sculture di banane… da mangiare!

Pubblicato il 05/09/2014 in Fai, Mangi

Normalmente la banana si mangia perché è ricca di potassio, oppure sulla sua buccia si scivola (come nella più classica delle gag da cartone animato), ma certo non pensavamo che potesse diventare un mezzo per esprimere la creatività artistica.
Eh già, perché la banana è diventata un vero materiale da plasmare nelle mani di un artista giapponese di nome Keisuke Yamada. Ventisette anni, di professione elettricista, Keisuke opera come un vero scultore ma, invece di usare scalpello e martello, stringe nelle mani un cucchiaio e uno stuzzicadenti. Ebbene, armato di questi semplici utensili, Keisuke scolpisce la polpa delle banane realizzando delle straordinarie piccole sculture.
La tecnica usata è molto difficile perché il giovane artista non può modificare la sua opera aggiungendo altra materia prima per “camuffare” un eventuale errore come si fa per esempio con la plastilina. Se sbaglia, deve prendere un’altra banana.
Quello che stupisce è che nella scelta dei soggetti, Keisuke spazia molto: personaggi dei manga più famosi, supereroi, ma anche personaggi dei cartoni animati più celebri come i Simpson, o di film-cult come Star Wars, Alien, Transformers. Non solo, l’artista è capace di riprodurre diversi oggetti (come una pistola riprodotta in ogni dettaglio), animali (qui sotto vedete uno squalo e un impressionante serpente) o si cimenta addirittura con sculture di gruppo come un Poseidone tra i cavalli marini.
La cosa interessante è che deve lavorare in fretta perché, come è noto, la banana una volta sbucciata, si ossida in poco tempo diventando scura, poco piacevole da vedere e da mangiare. Si, perché le opere di Keisuke, invece di finire in musei e gallerie d’arte, finiscono nella sua pancia!
Un artista eco-sostenibile insomma: infatti, per evitare accuse di spreco di cibo, l’artista sbuccia le banane, le scolpisce, le fotografa, le posta su internet e alla fine…. Gnam!… le mangia!!!
Poco tempo fa una ditta di ortofrutta lo ha omaggiato di una cassa di 160 banane e l’artista, per evitare il rischio indigestione, ha invitato molti amici a un “banana party” in cui si è esibito in rapide creazioni che gli invitati sono stati pregati di prendere a morsi.
Perché di questi tempi… non si butta niente!
Guardate le meravigliose sculture di banane, giusto il tempo di una foto…

Keisuke Yamada con una scultura di banana

scultura-banana: manga

scultura-banana: Spider-Man

scultura-banana: Homer dei Simpson

scultura-banana: Star Wars

scultura-banane: Transformers

scultura-banana: pistola

scultura-banana: squalo

scultura-banana: serpente

scultura Poseidone e cavalli marini

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn