Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Fai L’ultima frontiera del selfie: il toast-selfie!
formats

L’ultima frontiera del selfie: il toast-selfie!

Pubblicato il 04/08/2014 in Fai, Mangi

Che ormai sia selfie-mania è cosa nota a tutti.
Su tutti i social network, siamo letteralmente invasi da valanghe di selfie, complice anche la smania esibizionista delle persone.
Sulla scia di questa tendenza, un’azienda americana ha pensato di creare un tostapane speciale “da selfie”.
Di cosa si tratta? Semplice, si tratta di un tostapane chiamato “Burnt” che imprime la faccia che si vuole nelle fette di pane da tostare.
Per vedere la vostra faccia impressa su una fetta di pane tostato è necessario inviare un autoscatto al sito della “Burnt Impressions”, società del Vermont, che crea il modello personalizzato in una settimana circa. Vi verrà quindi inviato a casa un tostapane personalizzato che masterizzerà le fette di pane tostate imprimendo su di esse la vostra faccia. Il costo dell’operazione è di 75 dollari per il tostapane-selfie.

tostapane-selfie

Ma esistono anche dei tostapane già pronti. Ecco qualche esempio:
40 dollari per il tostapane Edgar Allan Poe (che sforna un toast con la faccia dello scrittore Edgar Allan Poe).

Toast Poe

45 dollari per il tostapane Gesù (che vi fa i toast con la faccia di Gesù).

Toast Jesus

50 dollari per quello con le scritte personalizzate.

Toast Notes

Una nuova frontiera “mangereccia” del selfie: volete mettere l’emozione di guardare la vostra faccia impressa su un toast e di addentarvi… il vostro stesso viso magari dopo averlo spalmato bene di marmellata?

selfie tostato 1

selfie tostato 2

 

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn