Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Leggi Dormire con Hitler?
formats

Dormire con Hitler?

Pubblicato il 28/07/2012 in Leggi

Proseguiamo con la “seconda puntata” dedicata agli hotel curiosi.
Questo è un hotel “presidenziale” di nome e di fatto! L’Hotel Mr. President si trova nel centro di Belgrado ed è un albergo molto particolare. Ogni camera è dedicata a un potente uomo politico del passato e del presente. Certo, visto dall’esterno, l’hotel sembra piuttosto anonimo.
Mr President: esterno hotel

Ma siete invitati a entrare… e allora, come si dice, il buongiorno si vede dal mattino! Così la hall che vi accoglierà è perfettamente in tema. Su una parete si staglia prepotente una riproduzione in miniatura dei presidenti americani scolpiti sul Monte Rushmore nel Sud Dakota. Ma per tutti i corridoi dell’albergo sono sparse un po’ ovunque statue di grandi eroi del passato.
Mr President: hall

Certamente il pezzo forte sono le camere! E così ecco sfilare davanti ai vostri occhi stanze dedicate a George Washington, Fidel Castro, Che Guevara, Margaret Tatcher, Tito, Ronald Reagan fino a Bush (padre e figlio) e perfino un noto uomo politico italiano del presente! (vi lasciamo la sorpresa). Dusan Zabunovic, ideatore dell’albergo ha così spiegato la sua scelta: “Nella maggior parte degli alberghi, se va bene, sulle pareti appendono le nature morte. Che noia. Ho pensato di scaldare un po’ l’ambiente, mettendo in ciascuna delle mie stanze un volto familiare”.
Eccovi una scelta di alcune stanze, a voi la caccia al politico!
Mr President: Che-Guevara

Mr President: Roosevelt

Mr President: Reagan

Mr President: Berlusconi

Ma la camera più originale (se così si può dire) è quella dedicata ad Adolf Hitler. Scelta estrema e, a dir poco, di dubbio gusto così motivata da Zabunovic. “Hitler è parte della storia, ha segnato un’epoca”. Comunque sia, per chi fosse curioso, non resta che visitarla. Oltretutto sembra che sia molto richiesta.
Sopra la testata del letto è appeso un grande ritratto del Führer con una svastica bene in vista sul cappotto. Che dire? Un arredamento sicuramente lugubre e un po’ inquietante. La domanda resta una sola: ma uno scenario del genere concilierà sonni tranquilli?
Mr President: stanza Hitler

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn