Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Guardi Medioevo… erotico!
formats

Medioevo… erotico!

Pubblicato il 09/09/2014 in Guardi

Bando ai luoghi comuni, sarebbe il caso di dire questa volta. Generalmente si pensa al Medioevo come a una delle epoche di maggiore castità e costumi repressi. Niente di più falso, infatti il Medioevo mistico e innamorato della Vergine Maria, tutto onore e gelosia, nel quale circolavano cinture di castità à go-go è un vero errore storico.
E’ vero, era forte la suggestione per l’amore mistico e spirituale e con esso il culto della donna angelicata, ma c’era anche ben altro, qualcosa di completamente opposto.
Il Medioevo pullula di forme di esempi di amore fisico anche molto “spinto”, anzi alcune volte al limite dell’erotismo e della pornografia.
E’ il caso del celebre testo “Roman de la Rose”, poema allegorico della metà del duecento, che era abbellito da tante preziose miniature.
Ebbene, a proposito di quello che dicevamo, ecco un chiaro esempio di erotismo medievale. In una famosa miniatura due monache raccolgono i frutti dell’albero dei … falli.
Questa miniatura si trova in una copia del testo del 1370 conservata alla Bibliothèque Nationale de France, a Parigi.
Per chi volesse vedere con i propri occhi un chiaro esempio di “impudicizia medievale”!

Miniatura Roman de la Rose

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn