Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Fai La carrozzina per portare a spasso i pesci rossi!
formats

La carrozzina per portare a spasso i pesci rossi!

Pubblicato il 26/08/2014 in Fai, Usi

In effetti la vita del pesce rosso è piuttosto monotona, chiuso nella sua vaschetta e sempre nella stessa stanza della nostra casa.
Ma c’è qualcuno che si è preso a cuore la sua causa, preoccupandosi di farlo divagare un po’.
Il signore in questione si chiama Mike Warren-Madden e vive nella cittadina inglese di Holmfirth nella regione del West Yorkshire. Mike ha inventato una specie di carrozzina per portare il suo pesce rosso di nome Malcolm a passeggio, permettendogli così un “tuffo” nel mondo esterno.
Nella realizzazione della speciale carrozzina (il primo modello lo ha creato sette anni fa), Mike è stato aiutato dal fatto che in passato ha lavorato nel settore della lavorazione dei metalli: “Grazie a questo ho potuto costruirla a pochi soldi, per qualcun altro sarebbe costata centinaia di sterline”, ha dichiarato.
Guardate qui, che strano “arnese”.

carrozzina acquatica 1

La carrozzina ha avuto diversi perfezionamenti negli anni.
Per esempio Mike ha confessato che all’inizio non aveva considerato il peso dell’acqua.

carrozzina acquatica 2

Adesso il geniale inventore spera che qualche imprenditore resti colpito dalla sua invenzione e gli dia una mano a commercializzare l’idea e a perfezionarla sempre di più, per esempio aggiungendovi un motore.
La domanda che un po’ tutti si fanno è se il pesce riesca davvero a gustarsi la passeggiata. Insomma, cosa vedono davvero gli occhi dei pesci??

carrozzina acquatica 3

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn