Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Fai Se chiesto con poca cortesia il caffè si paga 7 euro!
formats

Se chiesto con poca cortesia il caffè si paga 7 euro!

Pubblicato il 27/12/2013 in Fai

Cosa non si fa per educare il cliente a essere più gentile!
Davvero singolare l’iniziativa di un bar di Nizza che ha istituito un listino prezzi davvero singolare e in cui il caffè si fa pagare in maniera diversa a seconda di come viene richiesto. Naturalmente, meno si è cortesi, più il prezzo cresce!
Il locale in questione si chiama Petite Syrah Café, si trova a Nizza e ha tre prezzi diversi per il caffè:
7 euro a chi chiede “Un caffè”, 4,25 euro a chi chiede “Un caffè, grazie” e 1,40 euro a chi si dimostrerà davvero gentile chiedendo: “Buongiorno, un caffè, grazie”.

La Petite Syrah Cafe: listino prezzi

Il direttore del locale, Fabrice Pepino, ha dichiarato: “E’ iniziato come uni scherzo perché durante la pausa pranzo le persone sono molto stressate e sono scortesi con noi quando ordinano un caffè”. Ma da quando hanno esposto il nuovo listino prezzi sembra che (miracolosamente) i clienti hanno iniziato a essere più cortesi.
Pepino ha aggiunto: “Molti dei miei clienti abituali hanno trovato la cosa molto divertente, cominciando a esagerare con l’educazione. Hanno cominciato a chiamarmi ‘Sua Maestà’ quando hanno visto il cartello”. Potenza di un prezzo scontato o semplice ironia?
In questi giorni di feste natalizie molti di voi saranno in viaggio, magari se fate un giro della Costa Azzurra e avete voglia di un caffè, vale la pena fermarsi in questo localino cercando di essere ovviamente…. gentilissimi!

La Petite Syrah Cafe

La Petite Syrah Cafe: giorno

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn