Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Facebook Twitter YouTube RSS
Home Dici 21-12-2012: la fine del mondo non ci sarà a Cisternino e Bugarach!
formats

21-12-2012: la fine del mondo non ci sarà a Cisternino e Bugarach!

Pubblicato il 21/12/2012 in Dici

Eccoci alla data fatidica: 21 dicembre 2102, giorno della “fine del mondo”, almeno stando all’ormai famosissima profezia Maya o almeno all’interpretazione che ne è stata fatta.
Ebbene si, venerdì 21 dicembre il mondo finirà ma… ci sono alcuni posti del globo dove miracolosamente ci si salverà.

21-12-2012
Cisternino, ridente paese in provincia di Brindisi, secondo l’insegnamento del maestro indiano Babaji sarà preservato dall’apocalisse. Il paese, sede di un ashram, tempio costruito in onore del guru nel 1979, sarà al sicuro dalla fine del mondo.
Inutile dire che il piccolo paese è stato subissato di richieste di prenotazioni in alberghi e strutture ricettive che hanno registrato un tutto esaurito davvero da record! Inoltre per intrattenere un flusso così abbondante di turisti verranno organizzate diverse manifestazioni.
Certo, che crediate o no alla profezia, forse organizzare comunque una gita a Cisternino non farà male! Anche perché il paesino non è davvero male in quanto a chiese e palazzi antichi… per non parlare delle specialità gastronomiche pugliesi!

Cisternino

Ma la profezia della fine del mondo non dovrebbe realizzarsi neanche a Bugarach, paesino situato sul versante francese dei Pirenei nel dipartimento di Languedoc-Roussillon, da tempo oggetto d’interesse di diverse correnti esoteriche e new-age. A causa della sua vicinanza geografica con Rennes-le-Chateau, dove si narra sia custodito il Santo Graal, ma anche a causa della particolarità geofisica del Pech de Bugarach, una “montagna capovolta” dai sedimenti antichi, si crede che il villaggio sia attraversato da potenti correnti energetiche e quindi adatto a custodire segreti.
Non è finita! C’è chi crede che una popolazione aliena si nasconda all’interno della montagna e uscirà fuori il 21 dicembre per indicare la via della salvezza!
Naturalmente in questo periodo il villaggio è stato preso d’assalto da venditori di amuleti e diavolerie varie, furbi investitori e da una miriade di turisti che sperano di sopravvivere all’apocalisse. Ovviamente i prezzi degli alloggi sono saliti alle stelle perché… la salvezza costa cara! Una notte in uno dei pochi hotel del borgo può arrivare a costare 1.500 euro mentre sembra che una semplice piazzola per una tenda sfiori i 450 neuro!

Bugarach

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn